Vinicio Capossela, il Clan
   
News

Mappa del Sito

Caposselate

Statistiche

 

 
News


Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/capossela/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri/capossela/cutenews/show_news.php on line 41
|
Torino - BookStock

BookStock, una notte di parole, musica e libere contaminazioni

22/04/2006 - 23/04/2006
Palaolimpico (Isozaki),
corso Sebastopoli 123,
Torino

LogoSi parte sabato 22 aprile 2006 con BookStock al Palaolimpico (Isozaki),  con ingresso da corso Sebastopoli 123. Dalle 21.00 (i cancelli si aprono alle 19.00) e per tutta la notte fino alle 9 del mattino, la struttura creata per l’hockey olimpico di Torino 2006 ospita la «Woodstock del libro»: un grande rave letterario-poetico-musicale prodotto dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura e dal Teatro Stabile Torino/Teatro d’Europa con la direzione artistica di Roberto Tarasco e Gabriele Vacis.

I più amati e popolari volti italiani della letteratura, dello spettacolo, della cultura, del cinema e della televisione per la prima volta tutti insieme su un palco, inuna notte ininterrotta di letture, poesie, racconti, parole e comicità, farcita di suoni e canzoni. Una nottata di libere contaminazioni e incontri insoliti. Una notte bianca non necessariamente da trascorrere in bianco: è possibile portare con sé il sacco a pelo per riposarsi. Sarà garantito il servizio bar.

Gli ospiti: Natalino Balasso, Alessandro Baricco, Alessandro Bergonzoni, Anna Bonaiuto, Vinicio Capossela, Luca De Gennaro, Ludovico Einaudi, Massimo Gramellini, Luciana Littizzetto, Moni Ovadia, Marco PaoliniMichele Serra, i Subsonica (impegnati in un dj set), Roberto Tarasco, Gianmaria Testa e molti altri che confermeranno la loro presenza nei prossimi giorni.

Questo è il programma provvisorio con gli abbinamenti fra gli ospiti e gli autori letterari prescelti, di cui ciascuno leggerà brani selezionati:

Ore 21: Alessandro Baricco

Ore 22: Ludovico Einaudi, Luciana Littizzetto

Ore 23: Luca De Gennaro

Ore 00: Michele Serra, Gianmaria Testa, Massimo Gramellini

Ore 01: Anna Bonaiuto, Natalino Balasso, Rita Marcotulli

Ore 02: Maurizio Crosetti, Gian Paolo Ormezzano, Carlo Boccadoro, Massimo Cirri e Sergio Ferrentino

Ore 03: Alessandro Bergonzoni

Ore 04: Vinicio Capossela

Ore 05: Moni Ovadia, Marco Paolini


Distribuzione biglietti a partire dal 14 aprile (esclusi 16 e 17 aprile) presso:
Vetrina Torino, Piazza San Carlo 159 - ore 10 -18
Piemonte Point, Piazza Castello 165 - ore 10 - 18

Distibuzione last minute dei biglietti il 22 aprile presso:
Palaolimpico (Isozaki), Corso Sebastopoli 123 - dalle ore 15

E’ disponibile un massimo di due biglietti per persona.

Dal 14 aprile prenotazioni online su questo sito solo per i residenti fuori provincia di Torino, fino ad esurimento posti.



A cura di:

Fondazione per il libro, la musica e la cultura e Teatro Stabile Torino / Teatro d'Europa

Contatti:

333 8733999, [email protected]

Note:

Direzione artistica: Gabriele Vacis e Roberto Tarasco



20/04/2006 | Eventi | Commenti (0) |


|
Capossela: «Io sono come Marilyn»

Il cantautore con i lettori: «La diva abitava i suoi film, io le mie canzoni». Il 27 aprile terza data allo Smeraldo, dopo il «sold out»

Il primo posto in classifica, per Vinicio Capossela, è come il morbillo: «Succede una volta nella vita, e poi ci si toglie per sempre il pensiero». Al cantante poeta nato ad Hannover da genitori «saldamente pugliesi», piace fare ironia sul successo del nuovo «Ovunque proteggi», un pout pourri di scioglilingua, ballate e bande paesane, che ha scalzato dal podio, in ordine, Vasco Rossi, Madonna e Robbie Williams. Durante il «Faccia a faccia» del ViviMilano moderato dal critico del Corriere Mario Luzzatto Fegiz, Capossela recita la magica filastrocca di musiche e suggestioni, e davanti ai suoi fedelissimi sgrana il rosario del mondo secondo Vinicio. «Ora mi spiegano che con "Ovunque proteggi» sono uscito dalla nicchia. In realtà io continuo ad abitare dentro alle mie canzoni, come Marylin abitava dentro ai suoi film».


Foto di Massimo Barbaglia


14/04/2006 | News | Commenti (0) | Leggi tutto


|
Concerto del 1° maggio

primo maggio

1 MAGGIO: CONCERTONE DEDICATO ALLA CANZONE D'AUTORE ITALIANA

(AGE) ROMA - Un Concertone tutto dedicato alla canzone d'autore italiana, e in modo particolare alla canzone-simbolo di Francesco De Gregori 'Viva l'Italià: è questo il tema artistico del concerto del primo maggio a Piazza San Giovanni, che vedrà sul palco, per la terza volta consecutiva, Claudio Bisio nella veste di conduttore/autore. Confermati anche quest'anno come autori Gino & Michele e Sergio Rubino. Mentre è ancora allo studio l'ipotesi di una presenza femminile da affiancare a Bisio. La canzone d'autore italiana sarà quindi al centro del tradizionale evento di piazza che come sempre affianca la manifestazione politica promossa dai sindacati Cgil-Cisl e Uil, che quest'anno si svolgerà a Locri. Il tema politico 2006 sarà "Lavoro, sviluppo, costituzione, libertà, contro le mafie". Durante il Concertone - organizzato da Marco Godano, Carlo Binotto e Luca Fornari e ripreso in diretta dalla Rai - saranno raccolti fondi a favore delle cooperative di giovani della Locride che ultimamente hanno subito attentati incendiari. Gli organizzatori hanno chiesto a tutti gli artisti di fare omaggi ai cantautori italiani. Nel cast, tra gli altri, Pino Daniele, Negramaro, Caparezza, Vinicio Capossela, Enzo Avitabile. Tra gli artisti stranieri è probabile la presenza di Skin. "Sono finiti i tempi delle differite", dice Godano riferendosi alla decisione della Rai, due anni fa, di mandare in onda il concertone in differita. "Ci hanno provato una volta, e e non ha funzionato", conclude Godano.
(AGE)

Data: 13/04/06 18:26
Autore: NUN

www.agenews.it



14/04/2006 | Eventi | Commenti (0) |


|
«Faccia a faccia»

Faccia a Faccia con Vinicio Capossela. Giovedì 13 aprile, ore 17.30, Sala Montanelli al Corriere della Sera, via Solferino 26. Il coupon per partecipare è pubblicato sul ViviMilano in edicola mercoledì 12 aprile

Capossela: «Vorrei sapere cosa pensate»
Corriere della sera - vinicio capossela (bettolini)Il cantautore a tu per tu con i lettori: «Incontro utile, ho poche occasioni di parlare con la gente». Un successo il nuovo album
Come fa un viaggio irreale fra scioglilingua, orchestre, bande e perfino una Medusa che balla il «cha cha cha» a finire, appena uscito, primo in classifica? «Non lo so», risponde Vinicio Capossela, che con l’album «Ovunque proteggi» e lo spettacolo in tour per l’Italia si conferma oggi come una sorta di Frank Zappa nostrano, in bilico fra mitologia antica e contemporanea, i gladiatori il Colosseo, Troia, il Minotauro assemblate con le soluzioni più varie e suggestive che si possano immaginare, dalla grande orchestra d’archi alla banda paesana di fiati, fino alle leggerezze dell’avanspettacolo. Un successo forse imprevisto data la complessità e la varietà delle suggestioni; un successo che si riverbera sul tour, che a Milano ha appena fatto tutto esaurito per due sere allo Smeraldo «costringendo» Vinicio ad aggiungere una data per il 27 aprile.
Capossela forse ci aiuterà a capire questo exploit giovedì 13, in Sala Montanelli al Corriere della Sera, dove sarà protagonista di un «Faccia a Faccia» con i lettori.
 
Come fa un personaggio imprevedibile e poliedrico ad affrontare fuori scena il suo pubblico?
«Non lo so. Perché è la prima volta nella mia vita e nella mia carriera che mi succede. Ma visto che il "Faccia a Faccia" va così di moda nelle ultime settimane ho deciso anch’io di provare questa emozione. Fino adesso, quando avevo qualcuno di spalle e qualcuno di faccia, usavo l’espressione "scusate le spalle, scusate la faccia"... devo rispondere seriamente? In verità non ho tante occasioni di parlare veramente con la gente. È un rapporto sempre intermediato. Uno scrive le canzoni ed è come fornire a chi le consuma un mondo in cui abitare. E quindi è molto interessante per me avere un’idea di prima mano di quelle che possono essere le emozioni, le domande, i dubbi...».
 
Che ruolo gioca nella sua vita la città di Milano?
«È una città particolare dove io vivo da molti anni. E la vivo in maniera marginale. Abito non a caso vicino alla stazione con un piede dentro e un piede fuori. Milano è in tutto quello che ho scritto, è per me "La Città", le strade, la pioggia sul selciato, i cani a passeggio, la ferrovia. Sia in "Canzoni a manovella" sia in "Ballo di San Vito" è la mia geografia, la mia Mosca, o meglio la mia Moscova pensando alla via omonima. Il luogo in cui ho scelto di vivere fra ricordi e spettri, in un quartiere delle assenze. Penso che sia una città che ti allontana dalle cose che fuggi. Condizione perfetta per indagare sulle zone oscure di me».
 
Come sono i milanesi?
«Molto logorati. Li preferisco quando le strade sono vuote. È una città dove se la gente ti può dire di no... ecco, lo dice più volentieri che si. Dal traffico al parcheggio, dalla coda al negozio è un fioccare di "no"».
 
Accoglienze trionfali per questo disco. Se le aspettava?
«Ero così preso dall’impresa di scriverlo che non ho pensato molto ai destinatari. Parlo di cose che non appartengono solo a me... Quelle più capite sono le prime, quelle che aprono lo show, in cui si sviluppa una sorta di attonito orrore. Muovono inquietudine. "L’uomo vivo" risolleva gli animi, quella sul Colosseo permette di creare una situazione gladiatoria. Lo spettacolo vede una situazione di luci e ombre, un’atmosfera visionaria e di incorporeità e mette la sala in una condizione di sospensione dell’incredulità. Le canzoni diventano così luoghi dell’anima abitabili e le canzoni abitano il teatro».
 
Come si sente?
«Nel pieno degli anni».
 
Nel pieno o nel fiore?
«Nel pieno. Il fiore l’ho già superato».
 
Cosa sono le canzoni?
«Non sono una vera forma di comunicazione. La parola è comunicazione. Per questo amo i reading e gli incontri. La canzone è un artificio emotivo».
 
Efficientista o perditempo?
«Cerco di perdere efficacemente il mio tempo, facendo viaggi temporali a mezzo lettura».


INFORMAZIONI
Faccia a Faccia con Vinicio Capossela. Giovedì 13 aprile, ore 17.30, Sala Montanelli, via Solferino 26. Il coupon per partecipare è pubblicato sul ViviMilano in edicola mercoledì 12 aprile


di Mario Luzzatto Fegiz
 


12/04/2006 | Eventi | Commenti (0) |


|
Non si muore tutte le mattine

Vinicio Capossela "Non si muore tutte le mattine" - Ed. Economica

In libreria dal 6 aprile 2006 - Feltrinelli Editore

Titolo: Non si muore tutte le mattine
Autore: Vinicio Capossela
Collana: Universale Economica
Pagine: 336
Prezzo: Euro 8

 

 

 

In breve
Il mondo di Vinicio Capossela, raccontato come una discesa agli inferi e come una continua rinascita. L’epopea dei perdenti, unica razza che ha potuto conoscere la grandezza e la bellezza. Una grande prova di talento narrativo, di violenza immaginativa, di ribellione quasi metafisica contro le finzioni consolatorie di ciò che chiamiamo realtà.



05/04/2006 | News | Commenti (0) | Leggi tutto


|
Vinicio al Pistoia Blues

Con Fossati, Capossela e Veloso al via a giugno il Pistoia Festival
04/04/2006 - Queste le prime anticipazioni di un ricco programma. La lirica, con Trovatore, Cavalleria rusticana e Pagliacci, si trasferisce al Villone Puccini. A fine giugno la sesta edizione del Cammino delle comete, incontri internazionali di poesia.

Il Pistoia Festival edizione 2006 assesta i suoi primi colpi, con i concerti di Ivano Fossati (7 luglio), Vinicio Capossela (13 luglio) e Caetano Veloso (18 luglio) che insieme agli incontri internazionali di poesia faranno da degna cornice alla ventisettesima edizione del Pistoia Blues, impreziosita da big del calibro di Bob Dylan e Ben Harper. La lirica, con Il Trovatore (21 luglio), la Cavalleria rusticana e i Pagliacci (26 luglio), viene confermata, ma si trasferisce nel più tranquillo scenario della Villa di Scornio (Villone Puccini), lontano da una piazza Duomo sempre più affollata di eventi. “La nostra estate culturale – spiega il neo assessore alla cultura del Comune di Pistoia, Tommaso Braccesi – vede quest’anno un più stretto rapporto tra Comune e Associazione teatrale pistoiese, alla quale è stata affidata la gestione di molti degli eventi. L’edizione 2006 presenta numerosi appuntamenti di qualità e fa leva su iniziative già collaudate come il Cammino delle comete e l’opera lirica, che a Pistoia conta tanti appassionati. Quest’anno la realizzazione è affidata alla Italia Konzert Opera, che propone Verdi, Mascagni e Leoncavallo, ma che organizzerà anche un concerto sinfonico-multimediale. Il Pistoia Festival però potrà soddisfare ogni curiosità culturale e riconfermarsi come evento capace di catalizzare l'attenzione di tutti coloro che rimangono in città. Saranno confermati infatti tanti altri appuntamenti che si snoderanno, oltre che in luglio, anche nel mese di agosto e di settembre con la fattiva collaborazione di gruppi ed associazioni culturali cittadine e che saranno presentati e illustrati con specifiche conferenze stampa”. Saranno dunque due gli scenari privilegiati del Pistoia Festival: piazza Duomo che ospiterà il blues e i musicisti e il Villone Puccini, che farà da cornice a fine giugno alla sesta edizione de “Il cammino delle comete”, il cartellone di incontri internazionali di poesia il cui calendario è ancora in via di definizione. A Luglio il Villone ospiterà le tre opere liriche ma anche, venerdì 28, “Echi del ‘900” il concerto sinfonico-multimediale per orchestra con celebri musiche da film, presentato in occasione del centenario della nascita di Roberto Rossellini. “Quest’anno siamo particolarmente soddisfatti – commenta Giuseppe Grattacaso, presidente dell’Associazione Teatrale Pistoiese – perché presentiamo un programma più ricco e vario che nella precedente edizione, con proposte di eventi di qualità, in grado di intercettare la richiesta di divertimento intelligente e non banale che si manifesta con sempre maggiore evidenza. Contenuto unificante dei vari appuntamenti è l’attenzione alla parola, da quella poetica, veicolata dall’ormai tradizionale appuntamento degli incontri de “Il cammino delle comete”, a quella che è alla base del successo di tanta canzone d’autore, a quella che accompagna l’opera lirica e che rappresenta uno dei segni caratterizzanti della nostra identità nazionale. Siamo contenti, inoltre, di allestire due diversi spazi, funzionali alle differenti tipologie e caratteristiche degli spettacoli presentati. Ciò ci offre, tra l’altro, la possibilità di valorizzare uno spazio in particolare, quale è quello attiguo all’attuale sede della Scuola Comunale di Musica, il Villone Puccini, particolarmente adatto ad ospitare eventi che hanno bisogno di un’atmosfera più delicata e raccolta, quali appunto le produzioni liriche ed i concerti di musica classica”.

http://www.toscanatv.com



05/04/2006 | Eventi | Commenti (0) |


|
Miglior Live Teatrale dell'anno

VINICIO CAPOSSELA RICEVE PREMIO PER MIGLIOR LIVE TEATRALE

(AGE) CATANZARO - A Vinicio Capossela per il tour "Ovunque Proteggi", seguito alla pubblicazione dell'omonimo album, è stato attribuito dopo quello a Gianna Nannini per l'album "Grazie", il secondo "Riccio d'Argento" del 2006 della ventennale rassegna "Fatti di Musica" di Ruggero Pegna, che ogni anno presenta e premia i migliori live d'autore dell'anno, con le creazioni del celebre orafo crotonese Gerardo Sacco. "Miglior Live Teatrale dell'anno", ritirato in questi anni dai piu' prestigiosi autori italiani, tra cui De Andre', Fossati, Paoli, Battiato, Conte, Ligabue, viene assegnato a Capossela per la prima volta e suggella il grande successo dell'ultimo lavoro del geniale cantautore-scrittore nato nel '65 ad Hannover. Vinicio Capossela ritirera' il prestigioso premio di "Fatti di Musica" il 21 aprile al Teatro Politeama di Catanzaro, dove presentera' il suo live accompagnato da tutta la band, composta da Glauco Zuppiroli, contrabbasso, Michele Vignali, sassofono, tromba, fiati, Alessandro Stefana, chitarre e corde, Zeno Derossi, tamburi e percussioni, Vincenzo Vasi, programmatore elettronico e percussioni. Alle registrazioni di "Ovunque Proteggi" hanno partecipato importanti musicisti italiani ed internazionali, come il violoncellista Mario Brunello, Ares Tavolazzi, Roy Paci, il compositore e arrangiatore Stefano Nanni, Marc Ribot e Gak Sato. Il primo album di Capossela, "All'una e trentacinque circa", risale al '90. La definitiva consacrazione e' arrivata nel '96 con l'album "Il ballo di San Vito". Questa ventesima edizione di "Fatti di Musica Acqua Sorbello 2006", che ha assegnato il "Miglior Live dell'Anno" a Vinicio Capossela, e' dedicata al "Progetto 46664" di Nelson Mandela per la lotta all'Aids. (AGE)

http://www.agenews.it



03/04/2006 | News | Commenti (0) |


|
I Suoni delle Dolomiti

Trentino: a luglio torna la musica in quota sulle Dolomiti

Roma, 2 apr. (Adnkronos) - Musica in quota, e concerti in baite d'alta montagna. Anche quest'anno torna il festival ''I suoni delle Dolomiti''. La manifestazione, giunta alla sua XII edizione, si terra' dal 1 luglio al 27 agosto nelle Alpi del Trentino. Primo appuntamento del calendario 2006 al Rifugio La Resila (Dolomiti di Fassa) con il trombettista macedone King Naat Veliov. Chiudera' la rassegna Vinicio Capossela a Villa Welsperg, ai piedi delle pale di San Martino. Tra gli eventi anche Ivano Fossati a Passo Lavaze' nel Latemar, e la musica in seggiovia della Banda Osiris mentre artisti come l'attore Marco Paolini, il trombettista Paolo Fresu, la cantante Francesca Breschi e il violoncellista Giovanni Sollima si esibiranno all'alba, per un risveglio originale in alta quota. Nel programma, tra gli altri, anche la musica jazz del sassofonista di origine argentina Javier Girotto.



02/04/2006 | Eventi | Commenti (0) |


|
Dalla Feltrinelli di Napoli

VINICIO CAPOSSELA RACCONTA LE VOCI DI DENTRO
Tutto esaurito alla Feltrinelli per l'incontro del cantautore con i suoi fan

È stata una chiacchierata tra amici la presentazione dell'ultimo lavoro di Vinicio Capossela, ieri sera alla libreria Feltrinelli di Napoli. Atmosfera intima, penombra, posti contati, pianoforte e tanta suggestione. In un'ambientazione irreale, come solo Capossela riesce a creare, con la sua voce sussurrata, tra aspirazioni sacre ed esortazioni profane, il richiamo al presente è stato scandito solo dalle proteste dei tanti, rimasti al piano di sopra. Centocinquanta i posti disponibili in sala, fuori almeno altrettante persone in attesa. Reduce dal successo della sera precedente al teatro Augusteo, ha raccontato quanto i concerti diano occasione di "abitare la musica". "L'artista - ha spiegato - deve distogliere l'attenzione da sé e portare l'ascoltatore a guardarsi dentro, a tirare fuori quanto rimane nascosto".

Alternando canzoni al pianoforte a momenti di poesia e letture bibliche, Capossela ha raccontato la sua infanzia, i problemi di integrazione per un cognome che riporta immediatamente alle origini dei genitori emigranti, il suo nome, Vinicio, preso dal film kolossal degli anni '50 "Quo vadis".

Come nelle sue canzoni è alla ricerca di unità negli opposti, così dal vivo canta la tragicità dell'amore non corrisposto e della solitudine nella sofferenza. Un minuto dopo dissacra il dolore scherzando su chi è costretto a sopportare le lamentele degli innamorati, i padri confessori. "Ovunque proteggi" è il titolo dell'album. Da cosa? Gli chiede il pubblico. Risponde: "È la grazia che va protetta. La grazia, è quel particolare momento in cui sei libero di andare ovunque. Non sempre questo particolare stato è facile da riconoscere. Dunque, da proteggere è la percezione della grazia, la possibilità di provare e quindi conoscere un sentimento unico".

[Iolanda Palumbo]
Inchiosto On Line: Link



24/03/2006 | Eventi | Commenti (0) |


|
Concerto a Salerno

Il prossimo 25 aprile Vinicio Capossela si esibisce a Salerno.

Il concerto è tra le molte iniziative previste nell'ambito del Festival delle Culture Giovani che si terrà a Salerno dal 19 al 30 aprile.

La manifestazione intende perlustrare tutte le novità che attraversano lo scenario culturale europeo, dal cinema alla musica, dalla letteratura alla multimedialità.

Vinicio Capossela viene al festival come esempio di combinazione di parole, poesia e impegno nel panorama della musica italiana d'autore.

Festival Culture Giovani

www.festivalculturegiovani.it



21/03/2006 | Eventi | Commenti (0) |


<< Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Successive >>

Content Management Powered by CuteNews

 


 Login Amministratore